HOME Chi siamo Dove siamo Grafica e libri Cooperazione Corsi Media Education Tempo Libero
Cultura
4
La sala blu di via Guattani 9
Innovazione tecnologica e sociale nella cooperazione culturale
Francesco Adduci | 21 luglio 2018

Si è riunita a Roma il 17 luglio 2018, nella sede di via Guattani 9, la direzione nazionale di CulTurMedia di Legacoop per anticipare alcuni degli argomenti che saranno poi riportati nel congresso di autunno e ai quali se ne aggiungeranno altri nella prossima direzione di settembre.

Tra gli argomenti trattati la riforma del terzo settore, con alcune discussioni anche sui modelli di impresa sociale e di impresa culturale e creativa, con l’impegno di venire più nel merito delle normative e dei problemi contrattualistici e quindi dei contratti nazionali di lavoro adeguati ai cambiamenti del mercato.

CulTurMedia infatti intende avviare uno studio sul tema delle nuove professioni, in particolare, e del lavoro cooperativo culturale, in generale, per avanzare al legislatore valide proposte perché vengano previsti adeguati strumenti idonei a fare rete ed essenziali per lo sviluppo professionale, oltre ciò che concerne diritti e tutele.

Citata in più punti nei vari argomenti presentati la necessità di investire sulle piattaforme cooperative come modalità di innovazione tecnologica e, insieme, di innovazione sociale, argomenti che verranno approfonditi nel successivo incontro previsto nella seconda metà di settembre.

A ottobre verrà inoltre presentato il catalogo multimediale georeferenziato della cooperazione della cultura del turismo e della comunicazione, uno strumento straordinario di interazione con tutta la realtà della cooperazione e con gli utenti, le imprese e i cittadini che vogliano conoscere la realtà, i prodotti, le buone pratiche e i servizi delle cooperative del settore.

Come lo scorso anno, verrà riproposto un incontro a Penne (PE), perché quell’area è stata individuata come laboratorio internazionale per lo studio, la formazione e la ricerca connessa alle biodiversità e alla produzione di contenuti digitali multipiattaforma.

Commenti